Rime di 'igne'

Trovate 57 rime per igne

bigne
cigne
cigne
frigne
ghigne
ghigne
guigne
igne
pigne
pigne
scigne
soigne
spigne
stigne
strigne
tigne
tigne
vigne
vigne
accigne
agrigne
arcigne
asprigne
attigne
benigne
carpigne
cicigne
costrigne
dipigne
distrigne
ferrigne
gascoigne
gavigne
gramigne
gramigne
insigne
intigne
madrigne
maligne
matrigne
pietrigne
ripigne
ristrigne
salcigne
saligne
sanguigne
sardigne
scigrigne
serpigne
sospigne
stamigne
sterpigne
terrigne
azzurrigne
olivigne
premaligne
segaligne

84 endecasillabi classici rimano con igne:
che la linea del core intorno cigne
sol per cagion di femine maligne,
dico, per quanto il mio saver n'attigne,
bendò fascia di nubi atre e maligne,
veggionsi lagrimar stille sanguigne
L'aer puro e seren s'ingombra e tigne
erbe apena ancor note ale madrigne.
mille con falce tronche erbe maligne,
Labra ha verdi e spumanti e man sanguigne,
e l'assistenti sue sciocche e maligne
L'Autorità tirannica dipigne
le cui radici intorno irriga e cigne
Di candid'uve onusta e di sanguigne
Qui son di Bacco le feconde vigne,
sempre cinto di nubi atre e maligne
sovra i campi versai piogge sanguigne.
con un corno di bue per bere attigne
la sostanza del ciel data ale vigne,
con luci enfiate e torbide e sanguigne
e di minio le guance ognor sanguigne.
Nè men Timoleon la spada tigne.
Del bel color che l'elitropio tigne
Del bel color che l'elitropio tigne
Di tavole contesto, e molli cigne,
Qui son di Bacco le feconde vigne,
Di candid'uve onusta e di sanguigne
le cui radici intorno irriga e cigne
mille con falce tronche erbe maligne,
veggionsi lagrimar stille sanguigne
bendò fascia di nubi atre e maligne,
sol per cagion di femine maligne,
che la linea del core intorno cigne
sempre cinto di nubi atre e maligne
sovra i campi versai piogge sanguigne.
la sostanza del ciel data ale vigne,
con luci enfiate e torbide e sanguigne
poi ti ragguaglia con quel che gli strigne,
Ma tanto la lussuria gli sospigne
ne' mal chiusi ripari la costrigne.
nel primo cerchio che l'abisso cigne.
venir con vento e con nube e con igne;
distante intorno al punto un cerchio d'igne
quel moto che più tosto il mondo cigne;
che di rossi vapor si sparge e tigne;
bagnan rugiade tepide e sanguigne;
s'odon fremendo errar larve maligne:
Ma non posso donar l'arme sanguigne,
o tu che le parole hai sí benigne,
mentre del suo morir voci maligne
che di rosso vapor si sparge e tigne.
bagnan rugiade tepide e sanguigne.
s'odon fremendo errar larve maligne.
o pure in quel che si colora e tigne,
e mostra a' nostri rai l'onde sanguigne.
Qual di purpuree rose e di sanguigne
Ma tutte risplendean l'alme benigne,
archi, faretre, scudi, arme sanguigne,
e corone di querce e di gramigne.
Del bel color che l'elitropio tigne
A più lontano limite sospigne.
Che di raro licor la bella strigne
Del ginocchio sollecito ti spigne
Di tavole contesto, e molli cigne,
Pensammo in testa avessero le pigne
Erano madri ed erano matrigne
Tra tutte quante era la più insigne
E macilente, alte e segaligne
subitamente. Un drago di sanguigne
Dardania, pregno (stratagemma insigne!)
D'oro e intrecciato d'ambra, opra da insigne
col tedesco furor la spada cigne,
di qua dal mar che fa l'onde sanguigne,
Or par, non so per che stelle maligne,
pria ne la gola, indi ne' fianchi il cigne;
che per lo più circonda le matrigne,
tuo zio Cassibellano - un uomo insigne
tutti i bubboni e l'ulcere maligne
eredi dei giardini, delle vigne
saran sospetti e dicerie maligne,
dar principio alle tenebre maligne,
potrian di buone divenir maligne,
di gran vene d'argento e di ferrigne.
e l'Eritreo, che fa l'onde sanguigne,
del cleoneo Molorco ospiti vigne